Home

Panels Sesto Convegno Nazionale e Assemblea 2017

Il sesto Convegno nazionale della Società Italiana di Storia Internazionale e l’assemblea dei soci si terranno presso l’Università di Pisa il 29 e 30 giugno, con la collaborazione del Dipartimento di Scienze Politiche

Per il programma definitivo degli eventi visualizza QUI

Per il sito del convegno clicca QUI

Per informazioni di dettaglio, si prega di scrivere ai seguenti indirizzi:

sisi.storiainternazionale@gmail.com, mariele.merlati@unimi.it, villaniange@gmail.com

 

 _____________________________________________________________

Appello del Coordinamento della Giunta Centrale per gli Studi Storici e delle Società storiche.

Il Coordinamento desidera esprimere vivo rincrescimento per la recente decisione del Consiglio regionale della Toscana di sopprimere il Premio Franca Pieroni Bortolotti, promosso dalla Giunta regionale con la Società Italiana delle Storiche. Auspica pertanto che le istituzioni pubbliche toscane e le amministrazioni locali trovino soluzioni adeguate per conservare questo importante riconoscimentoalla ricerca di giovani studiosi e studiose sui temi della storia delle donne e di genere, nella convinzione che solo l’indagine scientifica possa essere la base per una ricostruzione convincente del passato comune.

I presidenti:

  • Giorgio Bonamente (Consulta Universitaria per la Storia Greca e Romana),
  • Fulvio Cammarano (Società italiana per lo studio della storia contemporanea)
    Simona Feci (Società Italiana delle Storiche)
  • Stefano Gasparri (Società Italiana degli Storici Medievisti)
  • Andrea Giardina (Giunta Centrale per gli Studi Storici)
  • Luigi Mascilli Migliorini (Società Italiana per la Storia dell’Età Moderna)
  • Leopoldo Nuti (Società Italiana di Storia Internazionale)

______________________________________________________________

La Società Italiana di Storia Internazionale (SISI) mira a “favorire lo sviluppo della Storia internazionale in Italia, promuovere l’incontro e la collaborazione degli studiosi italiani e stranieri operanti in tale ambito, esercitare la rappresentanza dei soci presso gli organismi istituzionali del sistema universitario italiano e più in generale presso gli Enti pubblici e privati preposti alla ricerca, alla didattica ed alla diffusione della cultura storica.” Inoltre, “la Società si propone di intervenire presso gli organi statali, gli Enti Pubblici e privati affinché siano assicurate le condizioni più idonee per l’operato degli studiosi di Storia internazionale, sia per ciò che concerne la ricerca, anche contribuendo a definire gli strumenti per la sua valutazione, sia per quanto attiene alla didattica; di organizzare riunioni scientifiche e convegni; di prendere e sostenere tutte le iniziative atte a favorire la ricerca scientifica e la didattica nel campo della Storia internazionale e la conoscenza dei suoi risultati (raccolta di materiale archivistico e bibliografico, istituzione di corsi, assegnazione di premi e di borse di studio, pubblicazioni ecc.); di promuovere rapporti con gli organismi e le associazioni di interesse per la Storia internazionale, sia in Italia, sia all’estero”.

 

 

I commenti sono stati chiusi.